Secret Cinema, Londra: entrare nella storia, essere la storia

Secret Cinema beds

Secret Cinema è qualcosa di unico nel suo genere, talmente unico che è difficile darne una definizione. È un evento, un festival, una produzione, ma è anche molto di più.

Secret Cinema è un collegamento tra diverse forme di performance: teatro, musica, cinema. Ciò che è certo, è che si tratta di un modo di vedere un film come mai è esistito prima. Infatti, partecipando a un evento di Secret Cinema, il film non lo si guarda, ma lo si vive.

Come il nome stesso denota, tutto viene fatto in segreto (o quasi). Secret Cinema dichiara quale sarà il tema del prossimo evento, ovvero a quale film si ispirerà. Questa è l’unica informazione data e deve bastare, perché si deve comprare il biglietto – di circa 50 sterline – senza sapere altro. Neppure la location o la data. Una volta acquistato il biglietto, si aspetta. Si aspetta una mail con delle credenziali e un link a un sito, creato appositamente per l’evento, a cui si può accedere tramite quelle credenziali.

Così, finalmente, si iniziano a scoprire i dettagli: quale personaggio si è, come ci si deve vestire, qual è la propria missione. E l’esperienza ha inizio. Ancora prima dell’evento stesso.

Ed è proprio questo il punto forte di Secret Cinema: l’esperienza. Esperienza di altissima qualità, ricca di dettagli fino all’inverosimile. Lo scopo è proprio fare credere a chi partecipa di essere completamente parte di quel film, senza riconoscerne i limiti, senza capire dove ha fine la performance e dove comincia la realtà.

E per questo motivo, all’inizio dell’evento, i cellulari vengono confiscati.

Fa tutto parte dell’idea del fondatore di Secret Cinema, Fabien Riggall che ha voluto mettere qualcosa in uno spazio vuoto creatosi in un mondo dove ormai tutto si vive attraverso la tecnologia. In un mondo dove si ha sempre accesso a qualsiasi informazione e dove, di conseguenza, un elemento in particolare sta scomparendo: il segreto.

 

Le produzioni di Secret Cinema scaturiscono dalla volontà di ridare vita a questo elemento. Il tutto ha luogo a Londra, almeno per il momento. Dapprima quasi in sordina, creando eventi in location isolate o poco conosciute. Per arrivare, dopo 10 anni e 46 produzioni, a creare veri e propri Festival, di giornate intere, come è stato fatto nel 2018 per l’evento “William Shakespeare Romeo & Juliet”, o di un numero esorbitante di serate dedicate a uno specifico film, arrivando a ricreare sessanta repliche del medesimo evento. Ognuna delle produzioni richiede fino ad un anno di lavoro con personale altamente specializzato in diversi ambiti. 

 

Riggall stesso ha definito Secret Cinema come una nuova forma d’arte che re-immagina il modo in cui usiamo edifici e luoghi per i film. È un nuovo format che può essere declinato in infiniti mondi. In effetti, gli spazi scelti per creare queste produzioni sono una parte fondamentale per la creazione dell’evento stesso.

Lo scopo di Secret Cinema è far credere a chi partecipa di essere completamente parte di quel film, senza riconoscerne i limiti.

Cercando sul sito www.secretcinema.org si trovano tutti i mondi creati in precedenza. Ogni film viene scelto in base all’atmosfera che può generare, perché è fondamentale che ogni singolo evento sia diverso da tutti gli altri creati prima. Negli ultimi anni, Secret Cinema ha dato vita a Blade Runner: the Final Cut, dove i partecipanti si sono ritrovati in una Los Angeles futuristica che è sull’orlo della distruzione. Prima di questo, è stato ricreato il Moulin Rouge di Baz Luhrmann – che Riggall ha incontrato e che ha trovato il progetto all’avanguardia a brillante – perciò è stata ricreata una Montmartre del 1899 e la musica (che è sempre importante per queste produzioni) ha giocato qui un ruolo essenziale.

 

 

La lista di titoli che sono stati prodotti nel tempo è veramente lunghissima, considerando che si tratta di un progetto in piedi da circa una decina di anni.

Ed è un progetto ambizioso che, quando mette in piedi un nuovo mondo, porta con sé tantissimi benefici per l’area in cui lo costruisce. Spesso, infatti, lo staff sceglie zone meno frequentate, poco conosciute, in modo da potere aiutare le persone che vivono lì. Aprono tali spazi alle comunità locali, con una particolare attenzione all’emancipazione giovanile.

Ogni film di Secret Cinema viene scelto in base all’atmosfera che può generare.

Inoltre, per ogni singolo progetto, Secret Cinema crea partnership con enti di beneficenza che lottano per temi toccati dal film da cui prende vita quel mondo in particolare. Per Blade Runner, ad esempio, è stata fatta una collaborazione con due enti ecologisti. Per altri eventi, Secret Cinema ha aiutato enti che danno un aiuto ai rifugiati o che si occupano di prevenire la violenza nelle strade. Ogni collaborazione ha portato Secret Cinema a donare fino a 30.000 sterline.

Secret Cinema è un progetto molto complesso, stratificato, che si dirama e si concentra in più settori, dall’intrattenimento, all’economia, alla beneficenza, e a ognuno di questi è data uguale importanza. Proprio per questo, come Riggall stesso ha dichiarato durante una intervista, i partecipanti provano un particolare senso di unità quando si trovano a condividere uno di questi mondi filmici.

In una realtà in cui l’esperienza di alta qualità è considerata elemento fondamentale in ogni aspetto della nostra esistenza, Secret Cinema incarna perfettamente il bisogno di vivere una giornata, una serata o un po’ di tempo tempo come se veramente ci trovassimo in un altro universo, dove si può diventare ciò che si vuole, esaudendo un desiderio che tutti abbiamo avuto almeno una volta: diventare il personaggio di un film. Prendere decisioni come farebbe il protagonista della nostra pellicola preferita. Scoprire cosa vuole dire vivere nel passato, nel futuro, o in una realtà distopica. Secret Cinema è tutto questo e tanto altro ancora. Perciò, se vi trovate a Londra, in vacanza o per affari, comprate un biglietto e tuffatevi nella prossima produzione che Riggall e i suoi stanno creando.


Articolo: Caterina Fava  
Contributo fotografico: Secret Cinema Staff

Commenti

No Comments Yet

Comments are closed